Home |  Portale del Cittadino |  PrivacyCome fare per  | Vai ai Contenuti

Aviaria - Misure di contenimento in Regione


A seguito di un focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità nel Comune di Porto Viro (Ro), la Regione Emilia Romagna ha emanato l'ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 14 del 6 febbraio 2017. Per i Comuni dell'Unione valgono le indicazioni generali da applicare su tutto il territorio regionale ovvero:

  • è sospesa la deroga al divieto di utilizzo nell'attività venatoria nazionale dei richiami vivi appartenenti agli ordini degli anseriformi e caradriformi;
  • nel caso in cui i richiami vivi siano tenuti all'interno delle gabbie nei laghetti di caccia, gli stessi, nel rispetto delle più scrupolose norme di biosicurezza, devono essere riportati nelle sedi dove sono abitualmente custoditi durante i mesi di non attività venatoria; nel caso invece in cui i volatili fossero destinati alla macellazione, i servizi veterinari delle Aziende USL dovranno effettuare sulle carcasse i campionamenti di organi per la ricerca di virus dell'influenza aviaria;
  • deve essere mantenuta una netta separazione tra il pollame domestico e selvatico, sia a livello commerciale che rurale ed, in particolare, che gli animali presenti negli allevamenti all'aperto siano tenuti all'interno dei capannoni (galline ovaiole free-range, biologiche, oche e anatre, svezzatori, etc.); nel caso in cui non fosse possibile detenere il pollame al chiuso, per gravi motivi di benessere animale, le aree di alimentazione e abbeveraggio del pollame non devono essere accessibili ai volatili selvatici;
  • è vietato su tutto il territorio regionale, lo svolgimento di fiere, mostre e mercati con avicoli.

 

ALLEGATI ALLA PAGINA

Ordinanza n.14 del 06.02.2017