Home |  Portale del Cittadino |  PrivacyCome fare per  | Vai ai Contenuti

Pubblicazioni di matrimonio

Descrizione del procedimento: la pubblicazione di matrimonio è la fase procedimentale con la quale l'Ufficiale dello Stato Civile accerta che non esistono impedimenti alla celebrazione del matrimonio, sia civile, sia religioso, rendendo pubblica l'intenzione degli sposi, tramite l’esposizione sul sito internet del Comune, consultabile alla sezione dedicata alle pubblicazioni matrimoniali. La richiesta di procedere a pubblicazioni di matrimonio, deve essere presentata all'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza di uno dei due futuri sposi, indipendentemente da dove si celebrerà il matrimonio.

L'iscrizione anagrafica in un qualsiasi comune italiano o all'estero è, ai sensi degli artt. 53 del D.P.R. n. 396/2000 e 94 c.c., condizione indispensabile ed essenziali per il cittadino italiano, perchè possa procedersi alle pubblicazioni di matrimonio.

Il matrimonio è consentito a coloro che hanno compiuto i 18 anni, oppure i 16 anni, previa autorizzazione del Tribunale dei minorenni (rilasciata per gravi motivi).

I nubendi devono presentarsi all'Ufficiale di Stato Civile il quale ricevuta la richiesta di pubblicazione redige processo verbale in cui indica l'identità delle persone, la richiesta fatta e le dichiarazioni dei nubendi. L'Ufficiale di Stato Civile per verificare l'esattezza delle dichiarazioni può acquisire d'ufficio la documentazione necessaria per provare l'esistenza di eventuali impedimenti alla celebrazione. Tutta la documentazione necessaria in possesso di una Pubblica Amministrazione sarà acquisita d’ufficio

Le pubblicazioni rimangono esposte all'Albo pretorio on line per almeno 8 giorni.

Le pubblicazioni effettuate hanno validità 180 giorni a decorrere dal quarto giorno successivo al termine della pubblicazione.

Riferimenti normativi: D.P.R. 3 novembre 2000, n. 396, Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile, a norma dell'articolo 2, comma 12, della L. 15 maggio 1997, n. 127; Codice Civile, artt. 82 e segg.

Unità Organizzativa competente: Servizi Statistici e Demografici - Ufficio di Stato Civile

Sede dell'Ufficio: Portoinforma, Piazza Giuseppe Verdi, n. 22 - 44015 Portomaggiore (FE)

Orari di apertura dell'Ufficio: dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.00, il giovedì dalle ore 16.00 alle ore 19.00

Responsabile del Servizio: Gabriele Casoni tel. 0532/323306

Responsabile del procedimento: Lorella Zanzi tel. 0532/323305

Mail: lzanzi@comune.portomaggiore.fe.it

Posta elettronica istituzionale: urp@comune.portomaggiore.fe.it

PEC: comune.portomaggiore@legalmail.it

Autorità con potere sostitutivo in caso d'inerzia del responsabile del procedimento: Dirigente del Settore Servizi alle Persone D.ssa Rita Crivellari, Tel. 0532/323011 e mail rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Attivazione del procedimento: istanza di parte.

Termini di conclusione del procedimento: 30 giorni dalla richiesta di parte, salvo un termine superiore concordato con i nubendi.

Modalità di conclusione del procedimento: redazione del verbale di pubblicazione.

Silenzio assenso: no

Oneri a carico del cittadino: l'atto di pubblicazione necessita di una marca da bollo da euro 16,00. Se la pubblicazione deve essere effettuata in due Comuni diversi, per avere gli sposi residenze diverse, necessitano due marche da bollo da euro 16,00.

Strumenti di tutela amministrativa/giurisdizonale: ricorso al Tribunale Civile.

Approfondimenti.

Matrimonio religioso: nel caso di matrimonio da celebrarsi con rito religioso (concordatario) è necessaria la richiesta di pubblicazione redatta dal Parroco o da altro Ministro di Culto. Gli interessati provvederanno, decorsi almeno 12 giorni dal primo giorno di pubblicazione, al ritiro del certificato di eseguita pubblicazione da consegnare al Parroco o al Ministro di Culto.

Nubendi residenti in altro Comune: se gli sposi risiedono in Comuni diversi l'Ufficiale di Stato Civile del Comune presso cui è stata richiesta la pubblicazione provvede a richiederla all'Ufficiale di Stato Civile del Comune in cui risiede l'altro sposo.

Per i casi particolari (es.: matrimonio di minorenni, cittadini stranieri) gli interessati sono invitati a recarsi all'Ufficio di Stato Civile negli orari di apertura al pubblico per le informazioni del caso.

Ultimo aggiornamento: 21/03/2017, 17:23:25