Home |  Portale del Cittadino |  PrivacyCome fare per  | Vai ai Contenuti

Servizi Statistici e Demografici

Portoinforma - Piazza Giuseppe Verdi n. 22 - 44015 Portomaggiore (FE)
Dirigente Settore Servizi alle Persone Rita Crivellari
0532/323011 urp@comune.portomaggiore.fe.it
Responsabile del Servizio
Gabriele Casoni 0532/323306 servizidemografici@comune.portomaggiore.fe.it
Anagrafe
Lorella Zanzi 0532/323305 lzanzi@comune.portomaggiore.fe.it
Certificazioni Marcella Mingozzi 0532/323310 marcellamingozzi@comune.portomaggiore.fe.it
Stato civile Gabriele Casoni 0532/323306 servizidemografici@comune.portomaggiore.fe.it
Elettorale/Leva Giugliano Maria Rosaria 0532/323307 elettorale@comune.portomaggiore.fe.it
Numero Fax dei Servizi Demografici: 0532/323331

Il servizio di Stato Civile del Comune di Portomaggiore è reperibile al nr. 320/8393455, dalle ore 09.00 alle ore 13.00:

  • per le dichiarazioni di decesso, nei giorni festivi;
  • per le dichiarazioni di nascita, il sabato ed in tutti i giorni di chiusura dell'ufficio esclusi i festivi.

 ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO


I Servizi Statistici e Demografici comprendono l’ufficio Anagrafe, Carte d'identità, Stato Civile, Elettorale, Leva, Statistica e Giudici Popolari. Quest’ultimo si occupa della formazione degli elenchi comunali dei Giudici Popolari di Corte d’Assise e di Corte d’Assise di Appello.


Carta dei servizi

Risultati indagine "Customer Satisfaction" svolta nel mese di ottobre 2008

Risultati indagine "Customer Satisfaction" svolta nel periodo novembre 2009-febbraio 2010


UFFICIO ANAGRAFE

L’Ufficio anagrafe (dal Greco αναγραφη "registro"), cura la tenuta e l’aggiornamento dei registri della popolazione residente e dell’A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero), per conoscere la posizione e il movimento dei cittadini, italiani e stranieri, iscritti nel Comune. Il registro dell’Anagrafe consiste pertanto in una raccolta sistematica di dati, riguardanti le singole persone e i gruppi famigliari che hanno o hanno avuto residenza nel territorio comunale.

L'ufficiale di anagrafe rilascia i certificati e gli attestati concernenti la residenza, lo stato di famiglia e, qualora non vi ostino gravi o particolari esigenze di pubblico interesse, ogni altra posizione desumibile dagli atti anagrafici, ad eccezione della professione, arte o mestiere, condizione non professionale, titolo di studio (art. 33 e 35 del D.P.R. n. 223/1989).

Gli atti anagrafici sono atti pubblici, ma disponibili solo mediante l’emissione di certificati, richiedibili anche tramite posta o e-mail. Non è consentita la consultazione dei registri anagrafici a persone estranee all'ufficio.

UFFICIO DELLO STATO CIVILE

L'ordinamento dello stato civile, disciplinato da ultimo dal D.P.R. 3 novembre 2000, n. 396, ha l'importante funzione di consentire l'individuazione dello status della persona in seno a due ambiti sociali: lo Stato e la famiglia. L'Ufficio dello stato civile riceve, per mezzo di dichiarazioni verbali, riprodotte per iscritto nei registri e/o negli archivi informatici, oppure di atti scritti, annotati o trascritti nei registri stessi, la documentazione essenziale che descrive quel determinato complesso di eventi; conserva tale documentazione, perché dai fatti ed atti da essa rappresentati la persona trae la titolarità di specifici e particolari diritti e obblighi verso lo Stato e verso gli altri consociati; rilasciare, a chi vi abbia interesse, le relative certificazioni. Il valore probatorio di tale documentazione fa fede fino a querela di falso. 

Altra funzione essenziale del servizio pubblico dello stato civile è quella di garantire l'attualità della documentazione in modo che essa sia continuamente aggiornata rispetto alla persona. Ciò comporta il collegamento sistematico tra atti e fatti diversi ma successivi l'uno all´ altro per consentire il costante ed immediato adeguamento alla realtà della documentazione in oggetto.

La formazione degli atti dello stato civile può avvenire in tre modi: 1) per iscrizione: registrazione degli atti ricevuti direttamente dall'ufficiale dello stato civile che tiene i registri; 2) per trascrizione: la registrazione che ha per oggetto gli atti ricevuti da altro pubblico ufficiale o emessi da altra autorità; 3) per annotazione: una registrazione accessoria ad altro atto già registrato.

I compiti dell'ufficiale dello stato civile sono: 1) formare, archiviare, conservare e aggiornare tutti gli atti dello stato civile e curare, nelle forme previste, la trasmissione dei dati al centro nazionale di raccolta di cui all'att. 10, comma 2, Iett. d dello stesso regolamento; 2) trasmettere alle Pubbliche Amministrazioni che ne fanno richiesta in base alle norme vigenti gli estratti e i certificati che concernono lo stato civile, in esenzione da ogni spesa; 3) rilasciare, nei casi previsti, gli estratti e i certificati che riguardano lo stato civile; 4) verificare, per le Pubbliche Amministrazioni che ne fanno richiesta, la veridicità dei dati contenuti nelle autocertificazioni prodotte dai cittadini in tutti i casi consentiti dalla legge.

UFFICIO ELETTORALE

Il servizio elettorale è una funzione di competenza dello Stato demandata ai comuni, pertanto, il Sindaco quale Ufficiale di Governo al fine di garantire il puntuale funzionamento di detto servizio delega l'operatività dell'ufficio ad uno staff formato da un dirigente coadiuvato da un responsabile dell'Ufficio Elettorale e da impiegati.

Compito basilare dell'Ufficio elettorale è mantenere aggiornate costantemente le liste elettorali mediante revisioni semestrali e straordinarie, cancellando o iscrivendo elettori che: emigrano, immigrano, perdono il diritto elettorale, riacquistano la capacità elettorale, acquisiscono la cittadinanza Italiana, cambiano l'indirizzo, ecc..

L'Ufficio elettorale, inoltre, provvede per la parte di competenza dell'Amministrazione Comunale, all'organizzazione dei servizi necessari per lo svolgimento di tutte le consultazioni popolari. Provvede, altresì, all'aggiornamento: dell'Albo degli Scrutatori, dell'Albo dei Presidenti di Seggio, dell'Albo dei Giudici Popolari e al rilascio delle certificazioni dl godimento dei diritti politici nonché d'iscrizione nelle liste elettorali.



DECERTIFICAZIONE

Adempimenti - Art. 15, legge 12 novembre 2011, n. 183 (legge di stabilità 2012).

A seguito dell’entrata in vigore della legge di stabilità (L. n. 183/2011), dal 1° gennaio 2012 le Amministrazioni Pubbliche ed i gestori di pubblici servizi non possono più richiedere ai cittadini certificazioni in ordine a stati, fatti e qualità personali, ma dovranno essere acquisite d’ufficio dalle stesse amministrazioni procedenti mediante autocertificazione a firma del cittadino interessato.

Si rammenta che l’autocertificazione ha lo stesso valore dei certificati (art. 46, D.P.R. n. 445/2000), è gratuita e non comporta l’autenticazione della firma.

Sulle certificazioni richieste dai cittadini, unicamente producibili a soggetti privati, verrà apposta, a pena di nullità, la dicitura: “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”.

Modulistica:

Dichiarazione sostitutiva di certificazione (art. 46, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445).

Dichiarazione sostitutiva dell'ato di notorietà (art. 47, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445).

Dichiarazione di conformità all'originale di copia di atti e documenti (art. 19, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445).

Guida all'autocertificazione

Competenze dell'Ufficio Anagrafe:

Competenze dell'Ufficio dello Stato Civile

Competenze dell'Ufficio Elettorale

Competenza dell'Ufficio di Leva Militare

L’ufficio leva provvede alla formazione della lista annuale di leva e alla tenuta dei ruoli matricolari, anche se attualmente il servizio obbligatorio di leva è sospeso.

Competenze dell'Ufficio Statistica

 


Ultimo aggiornamento: 06/04/2017, 14:33:33