Home |  Portale del Cittadino |  PrivacyCome fare per  | Vai ai Contenuti

Interventi di supporto alle famiglie

Sono interventi per le famiglie economicamente e socialmente più deboli residenti nel Comune di Portomaggiore al fine di favorire il soddisfacimento di bisogni primari e per prevenire l'emarginazione, il disagio e l'indigenza.

L'accesso ai benefici viene definito in base alle condizioni socio-economiche dichiarate dall'utente e dalla soglia ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) allo scopo di attribuire risorse in misura adeguata alle situazioni di effettivo bisogno secondo le modalità definite nel regolamento vigente:

Regolamento Comunale Prestazioni Sociali Agevolate

Tali interventi si identificano in:


SOSTEGNO A PERSONE SVANTAGGATE E/O A RISCHIO DI ESCLUSIONE SOCIALE ATTRAVERSO PERCORSI D’INSERIMENTO SOCIO-LAVORATIVO

Tale forma di sostegno introdotta ex-novo nel Regolamento Comunale per  l’erogazione di prestazioni sociali agevolate approvato con delibera C. C. 45 del 28/11/2013 e s.m.i. è rivolto alle persone svantaggiate e/o a rischio di esclusione sociale (art. 3, Titolo I L.R. 2/2003). Tale strumento è finalizzato a fornire, attraverso l’attivazione di inserimenti socio-lavorativi, un’opportunità di crescita personale e il recupero/mantenimento di relazioni sociali per lo sviluppo di un progetto di vita autonomo ed evitare il cronicizzarsi di situazioni di bisogno.

Requisiti per l’accesso

Possono presentare domanda d’ inserimento socio-lavorativo i cittadini maggiorenni, residenti nel Comune di Portomaggiore e che contemporaneamente presentano i seguenti requisiti:

- essere in possesso di attestazione con valore ISEE compreso tra € 0,00 e € 8.300,00 calcolato ai sensi del DPCM 159/2013 e DM del 7 novembre 2014.

- essere iscritto/a al Centro per l’Impiego;

- non essere titolare di un contratto a tempo indeterminato;

- essere titolare di un contratto a tempo indeterminato  ma contestualmente interessato da sospensioni dell’attività lavorativa debitamente documentati;

- non partecipare a tirocini formativi o altre forme di inserimento socio-lavorativo promosso dai Servizi Sociali Territoriali dell’ASP “ARGENTA-PORTOMAGGIORE: EPPI-MANICA-SALVATORI”;

-essere in condizioni idonee a svolgere attività socialmente utili.

In mancanza di uno solo dei requisiti richiesti la domanda di inserimento socio-lavorativo non potrà essere accolta.

All’interno del medesimo nucleo familiare potrà essere attivato un solo inserimento socio – lavorativo.

Quando presentare l’istanza

Sono previste due sessioni di raccolta delle domande:

- I periodo: dal 1 marzo al 31 marzo di ciascun anno

- II periodo:dal 2 maggio al 31 agosto di ciascun anno

La presentazione della domanda di inserimento socio-lavorativo è subordinata all’effettuazione di un colloquio con gli operatori dello Sportello Sociale finalizzato all’analisi dello stato di disagio, alla raccolta delle informazioni relative alle esperienze lavorative pregresse, alle competenze professionali acquisite ed altre informazioni ritenute utili. Tali analisi porterà alla stesura di una Scheda di Valutazione Personalizzata sulla base della quale e, tenuto conto del valore dell’Attestazione ISEE o sue simulazioni in possesso del nucleo, verrà attribuita all’istanza un grado di priorità: alta, media e bassa.

L’accoglimento della domanda non attribuisce automaticamente un diritto né l’immediata attivazione degli inserimenti socio-lavorativi. Esso dipenderà prevalentemente in funzione della priorità rilevata ma potrà dipendere da altri fattori quali l’adeguatezza dei requisiti posseduti rispetto alle mansioni richieste per l’espletamento delle attività che si intendono realizzare.

Tutoraggio

La gestione degli inserimenti socio –lavorativi avviene tramite un sistema di tutoraggio attivato anche tramite soggetti terzi. Il Tutor prima dell’avvio dell’inserimento socio-lavorativo predisporrà una “Scheda Progetto Personalizzata” di concerto con lo sportello sociale in cui vengono riportati gli ambiti lavorativi, gli orari e l’attività da espletare.

Importo e durata dell’inserimento socio - lavorativo

Il contributo economico riconosciuto a fronte dell’inserimento socio-lavorativo è quantificato in €450,00  per ciascun mese realizzato.

La durata degli interventi socio lavorativi viene stabilitain due mesi per ogni partecipante.

L’inserimento socio-lavorativo potrà essere prorogato fino ad un massimo di ulteriori due mensilità sulla base di una valutazione complessiva che terrà conto delle condizioni di svantaggio e di precarietà del nucleo, dell’andamento del progetto personalizzato attivato e compatibilmente con le risorse disponibili.

Responsabile del procedimento

Il responsabile del procedimento è la Sig.ra Rita Dallafina-Responsabile Servizi Sociali e Assistenziali

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del responsabile del procedimento:

Dirigente del Settore Servizi alle Persone in via temporanea– come da decreto sindacale 5/2016 D.ssa Crivellari Rita – Tel.0532/323011-e-mail rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del Dirigente:

Segretario Generale – D.ssa Rita Crivellari – Tel 0532/320311- e-mail: rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Conclusione del procedimento

Entro 30 giorni dal termine di presentazione delle istanza, si darà corso all'approvazione della lista delle domende accolte.

Inerzia dell’amministrazione

Decorso il termine sopra indicato e, finché l’inerzia dell’amministrazione perdura, entro 1 anno dalla scadenza dello stesso, i soggetti interessati possono ricorrere al competente Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) ai sensi dell’art. 21-bis della legge 1034/1971, senza necessità di previa diffida all’amministrazione.

Normativa

Legge 8 Novembre 2000, nr 328

Legge Regionale 12 Marzo 2003, nr 2

Regolamento Comunale sulle prestazioni sociali agevolate


SOSTEGNO A FAMIGLIE CON MINORI IN SITUAZIONE DI PARTICOLARE EMERGENZA E/O FRAGILITA’ SOCIALE

 Il Comune di Portomaggiore aderisce ad un progetto “Misure di sostegno destinate a famiglie con minori in situazione di particolare emergenza e/o fragilità sociale” nell’ambito dei Piani di Zona per la salute ed il benessere sociale del Distretto Sud Est della Provincia di Ferrara.

L’attivazione dell’intervento è subordinata:

- alla presenza di almeno un minore:

- al possesso da parte del nucleo familiare di attestazione con valore ISEE eventualmente attualizzato in caso di perdita di lavoro, relativo ai redditi di tutto il nucleo familiare in corso di validità inferiore a € 7.500,00;

- all’effettuazione di un colloquio presso lo Sportello Sociale per la verifica dello stato di emergenza derivante dalla perdita o assenza di lavoro concomitante alla perdita o assenza della casa o a gravi pregiudizi alle condizioni igienico - sanitarie.

Per ciascun intervento attivato viene elaborato un progetto formalmente condiviso dalla famiglia. L’entità del contributo viene definita dal servizio proposto tenuto conto della situazione di emergenza.

Domanda di sostegno

Annualmente attraverso apposito Avviso Pubblico vengono resi noti i termini e le modalità di presentazione delle istanze.

Responsabile del procedimento

Il responsabile del procedimento la Sig.ra Botti Marcella

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del responsabile del procedimento:

Dirigente del Settore Servizi alle Persone in via temporanea– come da decreto sindacale 5/2016 D.ssa Crivellari Rita – Tel.0532/323011-e-mail rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del Dirigente:

Segretario Generale – D.ssa Rita Crivellari – Tel 0532/320311- e-mail: rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Conclusione del procedimento

Il procedimento deve concludersi inderogabilmente entro 90 giorni dal termine fissato nell’avviso di presentazione delle istanze.

Inerzia dell’amministrazione

Decorso il termine sopra indicato e, finché l’inerzia dell’amministrazione perdura, entro 1 anno dalla scadenza dello stesso, i soggetti interessati possono ricorrere al competente Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) ai sensi dell’art. 21-bis della legge 1034/1971, senza necessità di previa diffida all’amministrazione.


EROGAZIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI SU PROGETTO SOCIALE INDIVIDUALIZZATO

I nuclei familiari residenti nel Comune di Portomaggiore, in possesso di attestazione ISEE con valore inferiore a € 10.632,94, che si trovano in situazioni di grave ed eccezionale bisogno per cui l’intervento socio –assistenziale presenta i caratteri dell’urgenza, eccezionalità, indifferibilità, possono usufruire di un contributo straordinario.

Si tratta di interventi corrisposti dal Dirigente competente in materia su proposta dello Sportello Sociale o del Servizio Sociale Territoriale, che effettuano un’ attenta valutazione del caso e propongono l’intervento se:

-le altre misure contemplate nel Regolamento Comunale per le prestazioni sociali agevolate non sono applicabili o non sono ritenute idonee ad affrontare la situazione di emergenza;

- dalla valutazione del servizio emergono le condizioni di grave ed eccezionale bisogno;

- se l’intervento è indifferibile.

La relazione dello Sportello Sociale o del Servizio Sociale Territoriale dovrà mettere in luce gli elementi di cui sopra, conterrà la quantificazione del contributo concesso e sarà condiviso formalmente dalla persona o nucleo bisognoso di assistenza.


AGEVOLAZIONI RETTE SCOLASTICHE

Il Comune di Portomaggiore fornisce una copertura totale o parziale ai costi sostenuti dalle famiglie residenti per la fruizione dei servizi scolastici ed educativi da parte dei propri figli, quali:

In base al vigente Regolamento Comunale per l'erogazione delle prestazioni sociali agevolate, possono accedere al beneficio tutti i nuclei familiari residenti nel Comune di Portomaggiore, in possesso di una Attestazione ISEE con valore ISEE di importo inferiore ad € 10.632,94. La definizione del valore ISEE deve essere conforme a quanto previsto dal DPCM 159/2013 "Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell'Indicatore della sitazione economica equivalente (ISEE)" e del DM 7 Novembre 2014.

La domanda per l'integrazione retta è subordinata all'effettuazione di un colloquio con il personale comunale preposto finalizzato a definire i riferimenti familiari e la rete parentale, lo stato di effettivo bisogno delle famiglie ed il quadro degli interventi possibili, anche in forma coordinata con altri soggetti erogatori di servizi.

L'istanza va inoltrata ai Servizi Sociali ed Assistenziali utilizzando gli appositi moduli  reperibili presso i Servizi Sociali ed Assistenziali e deve essere supportata da documentazione comprovante la posizione reddituale e patrimoniale del nucleo familiare:

Istanza agevolazione rette scolastiche 2016/2017

Dichiarazione sostitutiva anticorruzione L. 190/2012 da allegare all'istanza.

L’attestazione Isee dovrà fare riferimento ai redditi ai redditi dei due anni solari precedenti.

Le modalità per la quantificazione del sostegno concedibile sono definite nel vigente Regolamento Comunale per l'erogazione delle prestazioni sociali agevolate.

L'intervento si concretizza con una riduzione o con l'esonero dal pagamento della retta.

Quando presentare l'istanza

Nei casi suddetti il beneficio decorrerà dal mese successivo a quello di presentazione della domanda

Prenotazione appuntamenti per il colloquio

Il colloquio, da effettuarsi nei termini sopra indicati, va prenotato a partire dal 20/04/2015 tramite il Service Point Portoinforma - tel 0532/323011.

Responsabile procedimento

Botti Marcella

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del responsabile del procedimento:

Dirigente del Settore Servizi alle Persone in via temporanea– come da decreto sindacale 5/2016 D.ssa Crivellari Rita – Tel.0532/323011-e-mail rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del Dirigente:

Segretario Generale – D.ssa Rita Crivellari – Tel 0532/320311- e-mail: rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Termine procedimento

Entro 20 giorni dal termine di ciascun periodo di presentazione delle domande di agevolazione, il Dirigente assume apposita determinazione di accoglimento o diniego delle stesse.

Inerzia dell’amministrazione

Decorso il termine sopra indicato e, finché l’inerzia dell’amministrazione perdura, entro 1 anno dalla scadenza dello stesso, i soggetti interessati possono ricorrere al competente Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) ai sensi dell’art. 21-bis della legge 1034/1971, senza necessità di previa diffida all’amministrazione.

Normativa

Regolamento Comunale per l'erogazione di prestazioni sociali agevolate


AGEVOLAZIONI RETTE PER STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI E DISABILI

Il Comune concorre all'integrazione delle rette per l'inserimento in strutture sanitarie e socio assistenziali di persone anziane e disabili, in stato di bisogno, residenti nel territorio di Portomaggiore.

La valutazione dello stato di bisogno dell'utente è effettuata sulla base dei valori ISEE per le prestazioni sociali agegolate di natura socio sanitaria previste dal DPCM 159/2013 e DM 7 Novembre 2014.

Le modalità per la quantificazione del sostegno concedibile sono definite nel vigente Regolamento Comunale per l'erogazione delle prestazioni sociali agevolate e vengono di seguito riassunte:

  1. Qualora il valore ISEE dell'Attestazione sia compreso fra 0 e € 7.500, la copertura della quota integrativa da parte del Comune sarà totale.
  2. Qualora il valore ISEE dell'Attestazione  sia superiore ad € 7.500,00 e  la parte eccedente gli € 7.500,00 sia inferiore a € 30.988,00 la copertura della quota integrativa da parte del Comune sarà inversamente proporzionale alla disponibilità economica risultante dall'ISEE, espressa in termini percentuali;
  3. Qualora il valore ISEE dell'Attestazione sia superiore a € 30.988,00, il Comune non erogherà alcuna quota integrativa per il pagamento della retta.

A partire dal 01/01/2013 la competenza relativa all’ integrazione delle rette a favore di utenti in strutture residenziali e non, è dell’ASP “ARGENTA – PORTOMAGGIORE: EPPI – MANICA – SALVATORI”.

Per informazioni in merito alle modalità di presentazione delle domande rivolgersi al Segretariato Sociale presso  la Casa Residenza “Carlo Eppi”, Via E. De Amicis, 26 che riceve dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30  ed il martedì anche dalle 14.30 alle 17.30 – Tel. 0532/804011.

L'eventuale integrazione concessa è versata direttamente dall’ASP alla struttura ospitante.

Quando presentare l'istanza

Responsabile procedimento

Personale operante presso il Segretariato Sociale dell’ ASP “ARGENTA – PORTOMAGGIORE: EPPI – MANICA – SALVATORI”.

Termine procedimento

Entro 30 giorni dal ricevimento della domanda, l’ASP assume apposita determinazione di accoglimento o diniego della stessa.


VACANZE ANZIANI

Il Comune di Portomaggiore attraverso una convezione con Auser organizza soggiorni climatici estivi per gli anziani.

Al fine di garantire al meglio lo svolgimento dell’attività, il Comune di Portomaggiore garantisce ad Auser la disponibilità di uno sportello informativo rivolto agli anziani presso Portoinforma, per dare evidenza all’iniziativa e raccogliere le adesioni da parte degli utenti interessati.

 


PAGAMENTO/RIMBORSO BOLLETTE PER CONSUMI IDRICI

Il Comune di Portomaggiore a decorre dal 2008 riconosce un contributo finalizzato al pagamento/ rimborso dei costi sui consumi idrici. Attraverso apposito avviso la cittadinanza viene informata dell'iniziativa, dei requisiti e delle modalità per accedere al contributo.

Per l'anno 2017 possono accedere al beneficio tutti i nuclei famigliari  che alla data di presentazione della domanda sono in possesso dei seguenti requisiti:

- residenza anagrafica nel Comune di Portomaggiore;

- titolarità di un contratto di utenza idrica diretto o condominiale;

- possesso di un'attestazione con valore ISEE relativa ai redditi di  di tutto il nucleo familiare, in corso di validità, non superiore a €10.000,00.

Alla domanda devono  essere  allegati:

1) copia della fattura Hera  dell' anno per cui si presenta istanza;

2) attestazione ISEE in corso di validità (facoltativo);

3) per i cittadini extracomunitari copia del permesso / carta di soggiorno in corso di validità o documentazione comprovante l'avvenuta richiesta di rinnovo;

4) ai sensi dell'art. 38 del dpr 445/2000 copia fotostatica del documento d'identità dle richiedente in corso di validità (salvo il caso in cui la domanda venga presentata direttamente e sottoscritta in presenza del dipendente incaricato a riceverla, esibendo un documento di idnentità in corso di validità).

Modalità di presentazione dell' istanza

I cittadini che intendono accedere al beneficio devono compilare apposito modello M/SAP/24 disponibile presso il Service Point di Portoinforma. La domanda per l'ammissione al contributo va presentata al Service Point di Portoinforma ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2017 . La domanda dovrà essere completa di tutta la documentazione richiesta pena l'esclusione dal beneficio. Eventuali cambi di residenza o modifiche dell'utenza dovranno esssere segnalate pena la perdita dell'agevolazione.

Per scaricare il modulo cliccare sul seguente link DOMANDA FONDO IDRICO - corredata da Modulo Anticorruzione

Per visionare l'Avviso 2017 cliccare sul seguente link Avviso 2017

Responsabile del procedimento

Rita Dallafina

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del responsabile del procedimento:

Dirigente del Settore Servizi alle Persone in via temporanea– come da decreto sindacale 5/2016 D.ssa Crivellari Rita – Tel.0532/323011-e-mail rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Termine procedimento

Il procedimento deve concludersi entro il 30 aprile 2015 per quanto di competenza per l'Ente Comune come stabilito dal Regolamento per le agevolazioni tariffarie alle utenze deboli del servizio idrico integrato approvato con delibera Atersir nr. 44 del 02/09/2014.

Inerzia dell’amministrazione

Decorso il termine sopra indicato e, finché l’inerzia dell’amministrazione perdura, entro 1 anno dalla scadenza dello stesso, i soggetti interessati possono ricorrere al competente Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) ai sensi dell’art. 21-bis della legge 1034/1971, senza necessità di previa diffida all’amministrazione.

Normativa

Deliberazione n. 38 del 29 luglio 2014 del Consiglio d'Ambito dell'ATERSIR regionale.


BONUS ELETTRICO

Il Bonus Elettrico è l’agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica. Introdotto dal Governo con DM 28/12/2007, il Bonus è stato pensato per garantire un risparmio sulla spesa annua per l’energia elettrica a due tipologie di famiglie: quelle in condizione di disagio economico e quelle presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute mantenuto in vita da apparecchiature domestiche elettromedicali.

Chi ha diritto al bonus elettrico

Possono accedere al bonus elettrico tutti i clienti domestici, intestatari di un contratto di fornitura elettrica per la sola abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 kw (per un numero di familiari per la stessa residenza, fino a 4) o fino a 4,5 kw (per un numero di familiari, con la stessa residenza, superiore a 4) e:

- appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 7.500€;

- appartenenti ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000€;

- presso i quali viva un malato grave che debba usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita; in questo caso senza limitazioni di residenza o potenza impegnata.

I bonus per disagio fisico ed economico sono cumulabili.

Termini di presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata al proprio Comune su apposito modulo. I moduli sono reperibili presso il Comune, sul sito internet dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (www.autorita.energia.it) o del Ministero dello Sviluppo Economico (www.sviluppoeconomico.gov.it).

I moduli da utilizzare sono i seguenti:

- MODULO A DISAGIO ECONOMICO

- MODULO B DISAGIO FISICO

In caso di soggetti affetti da gravi malattie, costretti ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie al mantenimento della vita, per accedere al bonus sociale, deve essere in possesso di un certificato Asl che attesti:

A tale scopo è possibile utilizzare il MODULO D-FAC SIMILE CERTIFICAZIONE ASL.

Per l’inoltro della domanda occorre presentarsi all'Ufficio Servizi Sociali e Assistenziali presso il Service Point di Portoinforma del Comune di Portomaggiore, sito in Piazza Verdi n. 22, nelle seguenti giornate e orari:

lunedì – martedì – mercoledì – venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00; giovedì dalle ore 16,00 alle ore 18,00.

Gli interessati dovranno presentarsi muniti di:
- copia attestazione ISEE in corso di validità;
- copia documento di riconoscimento;
- fattura Fornitore Energia Elettrica (Enel o altro gestore);
- in caso di delega presentare documento di delega e copia del documento di riconoscimento del delegato.

Quanto vale il Bonus?

Nel caso di famiglie in condizioni di disagio economico e per le famiglie numerose, il bonus consente un risparmio pari a circa il 20% della spesa annua presunta (al netto delle imposte) per una famiglia tipo. Il valore è differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia.
per l'anno 2013 è di:

Che durata ha il bonus?

Il bonus vale 12 mesi dopodichè va rinnovato; per i malati gravi il bonus rimane attivo senza interruzione.

Responsabile del Procedimento
Marcella Botti/Stefano Artioli

Normativa

Decreto inteministeriale 28 dicembre 2007

Delibera Autorità Energia Elettica e Gas 6 agosto 2008 ART/elt117/08


BONUS GAS

E' una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. Il bonus è stato introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità per l'energia, con la collaborazione dei Comuni. Il bonus vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL), per i consumi nell'abitazione di residenza.

Chi ha diritto al bonus gas

Il bonus può essere richiesto da tutti i clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale, se in presenza di un indicatore ISEE:

Termini di presentazione della domanda
La domanda deve essere presentata al proprio Comune su apposito modulo. I moduli sono reperibili presso il Comune, sul sito internet dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (www.autorita.energia.it)

I moduli da utilizzare sono i seguenti:

- MODULO A DISAGIO ECONOMICO

Modalità di presentazione della domanda

Per la presentazione della domanda, occorre recarsi all'Ufficio Servizi Sociali e Assistenziali presso il Service Point di Portoinforma del Comune di Portomaggiore, sito in Piazza Verdi n. 22, nelle seguenti giornate e orari:

lunedì – martedì - mercoledì - venerdì - dalle ore 9,00 alle ore 13,00; giovedì dalle ore 16,00 alle ore 18,00.

Gli interessati dovranno presentarsi muniti di:

- copia attestazione ISEE in corso di validità;
- copia documento di riconoscimento;
- fattura Fornitore Gas Naturale;
-  fattura Fornitore Energia Elettrica
- in caso di delega presentare documento di delega e copia del documento di riconoscimento del delegato.

Quanto vale il Bonus?
Il valore sarà differenziato:

Il bonus è determinato ogni anno dall’Autorità per consentire un risparmio del 15% circa sulla spesa media presunta per fornitura di gas naturale.

Che durata ha il bonus?
Il bonus vale 12 mesi. Entro due mesi dalla scadenza sarà necessario inoltrare una richiesta di rinnovo, anche per evidenziare eventuali variazioni della situazione familiare o dell’Isee intervenute nel frattempo.

Responsabile del Procedimento
Marcella Botti/Stefano Artioli

Normativa

Decreto inteministeriale 28 dicembre 2007

Delibera Autorità Energia Elettica e Gas 6 agosto 2008 ART/elt117/08


ACCESSO AL BANCO ALIMENTARE

Il Comune di Portomaggiore aderisce ad un progetto “Pronta Accoglienza” nell’ambito del programma finalizzato “Contrasto alla povertà ed inclusione sociale” dei Piani di Zona del Distretto Sud-est della Provincia di Ferrara. Per la realizzazione del progetto l’amministrazione comunale collabora con le associazioni del terzo settore per garantire un servizio di distribuzione e fornitura di alimenti, indumenti e generi di prima necessità.

L’accesso al Banco Alimentare è rivolto ai cittadini residenti sul territorio comunale che si trovino in condizioni di precarietà economica e di svantaggio sociale ed in possesso di un valore dell’ Attestazione ISEE compreso tra €0,00 e € 8.300,00.

Condizione indispensabile all’attivazione del servizio è l’effettuazione di un colloquio con il personale preposto allo scopo di :

- verificare la sussistenza del reale stato di indigenza;

- compilare apposita istanza;

- sottoscrivere la Scheda di Valutazione predisposta dal personale dello Sportello Sociale

Almeno una volta l’anno lo Sportello Sociale convoca i beneficiari dell’intervento allo scopo di verificare la sussistenza dei requisiti all’accesso alla prestazione e dell’aggiornamento della Scheda di Valutazione.

Responsabile del procedimento

Il responsabile del procedimento è l’ operatore dello Sportello Sociale che istruisce la pratica.

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del responsabile del procedimento:

Dirigente del Settore Servizi alle Persone in via temporanea– come da decreto sindacale 5/2016 D.ssa Crivellari Rita – Tel.0532/323011-e-mail rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del Dirigente:

Segretario Generale – D.ssa Rita Crivellari – Tel 0532/320311- e-mail: rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Termine del procedimento

Entro 30 giorni dalla presentazione dell’istanza o dall’aggiornamento della Scheda di Valutazione, viene data comunicazione dell’accoglimento positivo al soggetto gestore del servizio, oppure, in caso di diniego verrà data comunicazione diretta all’utente.

Inerzia dell’amministrazione

Decorso il termine sopra indicato e, finché l’inerzia dell’amministrazione perdura, entro 1 anno dalla scadenza dello stesso, i soggetti interessati possono ricorrere al competente Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) ai sensi dell’art. 21-bis della legge 1034/1971, senza necessità di previa diffida all’amministrazione.







Ultimo aggiornamento: 17/08/2017, 16:18:09