Home |  Portale del Cittadino |  Privacy  | Vai ai Contenuti

Assegni alla famiglia

 

ASSEGNO DI MATERNITA'

L'assegno di maternità è una misura di sostegno al momento della nascita, destinato alle madri prive del trattamento previdenziale della indennità di maternità in possesso dei seguenti requisiti: 

La richiesta dell'assegno di maternità deve essere presentata dalla madre e compilata sugli appositi moduli M/SAP3/1 disponibili presso il Service Point di Portoinforma, entro 6 mesi dalla nascita del bambino o del suo ingresso in famiglia.

Alla domanda deve essere allegata copia dell'attestazione ISEE rilasciata dall'INPS completa di copia della dichiarazione sostitutiva unica ai sensi dell'art. 4 del D.Lgs. 109/98 così come modificato dal D.Lgs. 130/2000, redatta secondo il modello tipo approvato con il DPCM del 18.5.2001.

L'importo dell'assegno per l'anno 2014 è di € 338,21 al mese e viene concesso nel limite massimo di 5 mesi, per un totale annuo di € 1.691,05.

La richiedente è tenuta a comunicare tempestivamente al Comune ogni evento che possa variare il nucleo familiare.

Quando presentare l'istanza
Entro 6 mesi dalla nascita del bambino o del suo ingresso in famiglia

Responsabile procedimento
Artioli Stefano

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del responsabile del procedimento:

Dirigente del Settore Servizi alle Persone –D.ssa Elena Bertarelli – Tel.0532/323011-e-mail gestionepersonale@comune.portomaggiore.fe.it

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del Dirigente:

Segretario Generale – D.ssa Rita Crivellari – Tel 0532/320311- e-mail: rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Termine procedimento
L'INPS provvede al pagamento in unica soluzione dell'assegno di maternità, entro 45 giorni dalla data di ricezione dei dati trasmessi dal comune. Il relativo importo e' determinato tenendo conto della misura mensile vigente alla data del parto.

Inerzia dell’amministrazione

Decorso il termine sopra indicato e, finché l’inerzia dell’amministrazione perdura, entro 1 anno dalla scadenza dello stesso, i soggetti interessati possono ricorrere al competente Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) ai sensi dell’art. 21-bis della legge 1034/1971, senza necessità di previa diffida all’amministrazione.

Modalità di pagamento

Con l’entrata in vigore delle nuove norme sulla tracciabilità dei pagamenti non è piu’ possibile chiedere l’erogazione in contanti di benefici di importo superiore ad Euro 1.000,00. In questo caso l’unica modalità possibile di pagamento è l’accredito del beneficio su conto corrente postale o bancario intestato/cointestato al richiedente.

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE CON 3 FIGLI MINORI

L'assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori è una misura di sostegno alle famiglie numerose a basso reddito prevista dalla dall’art. 65 della Legge 23/12/1998 n. 448 e  successive modifiche ed integrazioni. Una nuova normativa riconosce il diritto anche agli extracomunitari in possesso del Permesso di soggiorno per lungo periodo o Carta di Soggiorno (Legge Europea 2013 del 06/08/2013 n. 97).

I requisiti per accedere all'assegno sono: 

La richiesta dell'assegno per il nucleo familiare deve essere presentata dal padre o dalla madre e compilata sugli appositi moduli M/SAP3/2 disponibili presso il Service Point di Portoinforma, entro il 31 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale è richiesto il contributo.

Alla domanda deve essere allegata copia dell'attestazione ISEE rilasciata dall'INPS completa di copia della dichiarazione sostitutiva unica ai sensi dell'art. 4 del D.Lgs. 109/98 così come modificato dal D.Lgs. 130/2000, redatta secondo il modello tipo approvato con il DPCM del 18.5.2001.

Il contributo viene corrisposto per 13 mensilità per un importo massimo mensile, per il 2014, di € 141,02 pari a € 1.833,26 annui

Il richiedente è tenuto a comunicare tempestivamente al Comune ogni evento che possa determinare una variazione del  nucleo familiare che dà diritto all’assegno, ossia se nel nucleo viene meno la presenza di almeno uno dei tre figli minori, perché, ad esempio, il minor non fa più parte della famiglia anagrafica del richiedente o è diventato maggiorenne, la concessione degli assegni è limitata al numero di mesi durante i quali nel nucleo sono stati presenti 3 figli minori.

Quando presentare l'istanza
entro il 31 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale è richiesto il contributo.

Responsabile del Procedimento
Artioli Stefano

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del responsabile del procedimento:

Dirigente del Settore Servizi alle Persone –D.ssa Elena Bertarelli – Tel.0532/323011-e-mail gestionepersonale@comune.portomaggiore.fe.it

Autorità con potere sostitutivo in caso d’inerzia del Dirigente:

Segretario Generale – D.ssa Rita Crivellari – Tel 0532/320311- e-mail: rcrivellari@comune.portomaggiore.fe.it

Termine procedimento
L'INPS provvede al pagamento dell'assegno per il nucleo familiare con cadenza semestrale posticipata, sulla base dei dati trasmessi dai comuni almeno 45 giorni prima della scadenza del semestre.

Inerzia dell’amministrazione

Decorso il termine sopra indicato e, finché l’inerzia dell’amministrazione perdura, entro 1 anno dalla scadenza dello stesso, i soggetti interessati possono ricorrere al competente Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) ai sensi dell’art. 21-bis della legge 1034/1971, senza necessità di previa diffida all’amministrazione.

 

Modalità di pagamento 

Il / la richiedente deve indicare sulla domanda una delle seguenti modalità:


N.B.:Nel caso di accredito in conto correte  bancario o postale devono essere indicati anche gli estremi dell’ufficio pagatore presso cui si intende riscuotere la prestazione nonché le coordinate bancarie o postali (IBAN).

Ultimo aggiornamento: 17/03/2014, 11:18:14