Pubblicata il 1 aprile 2021 | Notizie

Coronavirus: Emilia-Romagna in zona rossa fino al 6 aprile

Il Decreto-Legge n. 44 del 1° aprile 2021 proroga le misure contenute nel DPCM del 2 marzo 2021 (come integrato dal Decreto-legge del 12 marzo 2021) dal 7 al 30 aprile 2021. Resta in vigore il sistema di classificazione delle regioni per fascia di rischio. Le regioni possono, con propria ordinanza, prevedere ulteriori restrizioni in aree di particolare criticità.

Il Decreto stabilisce, tra le altre misure, che dal 7 al 30 aprile 2021 è assicurato in presenza sull'intero territorio nazionale lo svolgimento dei servizi educativi per l'infanzia e dell'attività scolastica e didattica della scuola dell'infanzia, della scuola primaria (elementare) e del primo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado (prima media).

Le attività didattiche del secondo e terzo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado (seconda e terza media), nonche' le attività didattiche della scuola secondaria di secondo grado (superiori) si svolgono esclusivamente in modalità a distanza.

Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l'uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l'effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento telematico con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.


La nuova Ordinanza del Ministero della salute del 26 marzo 2021 ha confermato l'Emilia-Romagna in zona rossa fino al 6 aprile 2021.

Con precedente Ordinanza del Ministro della Salute del 12/03/2021 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 nella Regione Emilia Romagna” a partire da lunedì 15 marzo e per un periodo di 15 giorni tutta l'Emilia Romagna entra in zona rossa.

L'ingresso nella fascia rossa, a rischio più alto, comporta in tutto il territorio regionale:
-la didattica a distanza al 100% per le scuole di ogni ordine e grado fino all'Università; la chiusura di asili nido e materne;
-le limitazioni sugli spostamenti, eccetto per motivi di lavoro, salute o necessità, anche all'interno del proprio Comune, insieme al divieto di fare visite a parenti e amici;
-lo stop alle attività commerciali, ad eccezione di quelle essenziali come farmacie, parafarmacie, negozi di vendita di alimentari, edicole e altre specifiche categorie, e chiusura delle attività di servizi alla persona, come parrucchieri e barbieri.

Il DPCM del 2 marzo 2021 (come integrato dal Decreto-legge del 12 marzo 2021) definisce le misure valide dal 6 marzo al 6 aprile 2021, incluse specifiche norme per il periodo di Pasqua. Resta in vigore il sistema di classificazione delle regioni per fascia di rischio (rossa, arancione, gialla, bianca). Le regioni possono, con propria ordinanza, prevedere ulteriori restrizioni in aree di particolare criticità.

Le faq del Governo

Notizie precedenti
Coronavirus: nuovo Dpcm in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021



Per Maggiori informazioni
Governo.it
Ministero della Salute
Regione Emilia Romagna
Ministero dell'interno
Anagrafica dell'Ente
Comune di Portomaggiore
P.zza Umberto I, n. 5
44015 Portomaggiore (Fe)
Tel. 0532 323011 - Fax 0532 323312
C.F. 00292080389 | Partita I.V.A. 00292080389
e-mail: urp@comune.portomaggiore.fe.it
PEC: comune.portomaggiore@legalmail.it
Conto di Tesoreria Comunale
Monte dei Paschi di Siena S.p.A., Filiale di Portomaggiore
Iban: IT 37 B 01030 67320 000001256319
Fatturazione elettronica nome ufficio:
Uff_eFatturaPA - codice univoco: UFJE6L

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La gestione di questo sito è a cura della redazione del comune di Portomaggiore

Pubblicato nell'ottobre del 2016
Realizzazione sito Punto Triplo Srl
Area riservata